Ricorso Test Numero Chiuso e Medicina | Avv. Pellegrini Quarantotti

Ricorso Test Università Numero Chiuso e Medicina

Ricorsi Test Numero Chiuso Medicina

Richiedi all'Avv. Pellegrini Quarantotti una consulenza legale sui Ricorsi ai test delle facoltà a numero chiuso come Medicina e Odontoiatria. Lo Studio Legale Pellegrini Quarantotti, da diversi anni, si occupa in tutta Italia della questione della limitazione degli accessi alle facoltà universitarie e dell'ammissione tramite test alle facoltà a numero chiuso, con particolare riguardo ai corsi di laurea in Medicina e Odontoiatria.

In particolare, lo Studio rappresenta uno dei più importanti riferimenti a livello nazionale in materia di ricorsi avverso la limitazione degli accessi alle facoltà universitarie a numero chiuso.

L'esperienza maturata da parte dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti nell'ambito dei ricorsi ai test delle facoltà di Medicina e Odontoiatria trova riscontro anche in numerose pubblicazioni, approfondimenti e interviste su testate nazionali

Anche quest’anno, viste le numerose criticità emerse, lo Studio Legale Pellegrini Quarantotti si occuperà di proporre ricorsi dinanzi alla Giustizia Amministrativa

 

RICHIEDI INFO SUI RICORSI 2020

 

 

Ricorsi Accolti

L’Avvocato Pellegrini Quarantotti, nel corso degli anni, ha rappresentato e difeso migliaia di studenti, consentendo loro di entrare, attraverso i ricorsi accolti dinanzi alla Giustizia Amministrativa, nelle facoltà di Medicina e Odontoiatria.

Sono stati ottenuti, in particolare, numerosi provvedimenti favorevoli, per la questione della violazione dell’anonimato, per le illegittimità derivanti dalla vicenda del “bonus maturità”, per le irregolarità riscontrate nella somministrazione di quesiti errati e mal formulati, per le questioni relative alla non corretta formulazione delle graduatorie.

 

Ricorsi individuali

Lo Studio Legale Pellegrini Quarantotti privilegia i ricorsi a carattere individuale che presentano maggiori margini di successo rispetto alle azioni di natura collettiva, secondo l’orientamento degli ultimi anni della Giustizia Amministrativa. Inoltre, è possibile presentare specifiche motivazioni di ricorso e consentire quindi una valida strategia difensiva.

Per informazioni e una consulenza legale sul ricorso ai test di accesso alle facoltà a numero chiuso è possibile cliccare qui e compilare l'apposito form per essere ricontattati dallo studio entro 48 ore.

 

Criticità test di Medicina 2019

Con D.M. del 28-03-2019 n. 277il M.I.U.R. ha stabilito le modalità ed i contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato per l'anno accademico 2019/2020.

Ecco alcune criticità riscontrate:

- violazione della segretezza dei quesiti di prova. I giorni prima del test (ed addirittura la notte prima) si sarebbe registrato un picco elevatissimo di ricerche on line riguardo le parole chiave contenute nel test di accesso a medicina. Ciò sta a significare che molti candidati erano a conoscenza in anticipo delle domande oggetto della prova di accesso ai corsi di laurea in medicina ed odontoiatria;

- utilizzo di dispositivi elettronici (soprattutto auricolari) durante il test, che ha consentito ad alcuni candidati di comunicare con l’esterno. La conferma è fornita dalla circostanza che i picchi di ricerche on line delle parole chiave è avvenuta anche durante l’orario di espletamento della prova;

- è stato riproposto il sistema di abbinamento della prova alla scheda anagrafica a mezzo di etichette autoadesive che ha creato gravi problematiche in relazione alla questione della violazione dell’anonimato;

- risulta illegittima la determinazione del numero di posti messi a bando, in quanto inferiore a quanto normativamente previsto;

- è stata demandata alle Università, con modalità non chiare e trasparenti, la gestione dei posti residui di cui alla graduatoria riservata ai candidati cittadini extracomunitari residenti all’estero, i quali, in ogni caso, dovranno essere utilizzati a beneficio dei candidati cittadini comunitari e non comunitari di cui all’articolo 26 della legge n. 189/2002. Ciò ha dato luogo, anche di recente, a diversi accoglimenti di ricorsi da parte del Giudice Amministrativo;

- permane la palese violazione, da parte del M.I.U.R., della disposizione di cui all’art. 4 della Legge n. 264/1999, laddove, su 60 domande somministrate, 12 riguardano l’argomento di cultura generale, 38 sono di fisica, matematica, chimica e biologia (ritenute discipline oggetto dei corsi medesimi) e (ben) 10 vengono inquadrate nel “ragionamento logico”, categoria assolutamente non prevista dal Legislatore, il quale, in forza della riserva di legge indicata dalla Corte Costituzionale con la sentenza n. 383/98, ha stabilito che l’ammissione al corso di laurea deve avvenire “previo superamento di apposite prove di cultura generale, sulla base dei programmi della scuola secondaria superiore”.

Per informazioni sulle irregolarità del Test 2015 cliccare qui.

Per informazioni sui ricorsi accolti e il Test 2016 cliccare qui.

Per informazioni sulle criticità del Test 2017  cliccare qui.

 

RICHIEDI INFO SUI RICORSI 2020

 

 

Categorie

News dello studio

ott8

08/10/2020

Bufera sul concorso Specializzazioni Mediche 2020: il MIUR non pubblica la graduatoria e ammette la presenza di domande sbagliate

Bufera sul concorso Specializzazioni Mediche 2020: il MIUR non pubblica la graduatoria e ammette la presenza di domande sbagliate

in Specializzazioni Mediche

Nelle ultime ore sono emerse gravissime criticità in merito alla regolarità del Concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione medica 2020 (Concorso SSM 2020), svoltosi lo

ott1

01/10/2020

Ammissione Medicina 2020: news e info per il ricorso al test

Ammissione Medicina 2020: news e info per il ricorso al test

in Ricorsi Medicina

Il 29 settembre scorso sono state pubblicate le graduatorie relative al concorso per l’accesso a medicina ed odontoiatria. L’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti – in una recentissima

set26

26/09/2020

Immatricolazioni al secondo anno di Medicina senza test: sì della giustizia amministrativa

in Informazioni

Si sta sempre più consolidando l’orientamento della giurisprudenza amministrativa riguardo le iscrizioni al secondo anno di medicina (ma anche di odontoiatria dei corsi di laurea delle professioni