RICORSI MEDICINA 2019/2020. Il Consiglio di Stato accoglie i ricorsi dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti

RICORSI MEDICINA 2019/2020. Il Consiglio di Stato accoglie i ricorsi dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti

06 aprile 2020

In questi giorni, il Consiglio di Stato, Sezione VI, in grado di appello cautelare - su ricorsi presentati dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti – ha emesso diversi provvedimenti presidenziali, con i quali sono state accolte le istanze di immatricolazione al corso di laurea in Medicina e Chirurgia.

In particolare, il Presidente di Sezione ha accolto gli articolati motivi formulati in appello dall’Avv. Pellegrini Quarantotti, in merito alla illegittima ed inferiore determinazione del contingente di posti per l’accesso ai corsi di laurea in medicina ed odontoiatria per l’a.a. 2019/2020, rilevando:

- che può esservi la possibilità di utile collocazione per la parte ricorrente, tenendo conto del preannunciato aumento di ulteriori 2.000 posti per il prossimo anno accademico, per l’accesso ai corsi di laurea in medicina;

- che, altresì, la didattica a distanza è ormai lo strumento da utilizzarsi secondo la normativa vigente, in ragione dell’emergenza “Covid-19”, cosicchè non è più ipotizzabile un problema di minore o insufficiente offerta formativa per inadeguata ricettività strutturale delle Università.

L’Avv. Pellegrini Quarantotti esprime soddisfazione per tali risultati, spiegando che “la situazione di emergenza sanitaria in atto, derivante dalla diffusione del COVID-19, ha evidenziato quanto fosse sbagliata la programmazione del fabbisogno sanitario e la determinazione del contingente di posti per tali corsi di laurea in questione, laddove sia medici sia gli operatori sanitari con lauree in professioni sanitarie risultano essere del tutto insufficienti a garantire il funzionamento del SSN ed i livelli essenziali di assistenza. E’ evidente che i provvedimenti del Consiglio di Stato costituiscono una chiara indicazione all’Amministrazione per un ripensamento delle modalità di programmazione dell’accesso e di funzionamento della facoltà di Medicina”.

I decreti di accoglimento del Consiglio di Stato si riferiscono a ricorsi, in grado di appello cautelare, che erano già stati rigettati a febbraio scorso dal T.A.R. del Lazio. E’ auspicabile che quest’ultimo, sui ricorsi in discussione nelle prossime settimane, si possa adeguare ed accogliere senza rendere necessario l’ulteriore passaggio dinanzi al Consiglio di Stato.

Archivio news

 

Categorie

News dello studio

mar24

24/03/2021

Primi accoglimenti del Consiglio di Stato sui ricorsi del Concorso SSM 2020 patrocinati dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti

Primi accoglimenti del Consiglio di Stato sui ricorsi del Concorso SSM 2020 patrocinati dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti

in Ricorsi Accolti

Sono di questi giorni i primi provvedimenti di accoglimento del Consiglio di Stato su appelli cautelari promossi dallo Studio dell’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti, relativi al Concorso SSM

feb22

22/02/2021

Concorso SSM: Il Consiglio di Stato dispone l’immatricolazione in via diretta alla scuola di specializzazione di diversi ricorrenti dello studio legale Pellegrini Quarantotti.

Concorso SSM: Il Consiglio di Stato dispone l’immatricolazione in via diretta alla scuola di specializzazione di diversi ricorrenti dello studio legale Pellegrini Quarantotti.

in Ricorsi Accolti

Il Consiglio di Stato, Sezione VI, con plurime ordinanze dell’11 febbraio 2021 (ex multis, n. 631/2021), ha accolto diversi ricorsi dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti disponendo l’immatricolazione

feb9

09/02/2021

Concorso SSM: Consiglio di Stato accoglie ricorso dello studio Pellegrini Quarantotti e censura il mancato rispetto dell’accordo Stato Regioni sul fabbisogno di medici specialisti

Concorso SSM: Consiglio di Stato accoglie ricorso dello studio Pellegrini Quarantotti e censura il mancato rispetto dell’accordo Stato Regioni sul fabbisogno di medici specialisti

in Ricorsi Accolti

Con una recente pregevole sentenza di merito, il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso – patrocinato dall’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti – di un medico che aveva partecipato