Ricorsi medicina 2017/2018. Decreti cautelari di accoglimento del Consiglio di Stato.

Ricorsi medicina 2017/2018. Decreti cautelari di accoglimento del Consiglio di Stato.

13 marzo 2018

Con riferimento ai ricorsi per l'accesso a medicina ed odontoiatria 2017/2018, il Consiglio di Stato, Sezione VI, in questi giorni, ha emesso una ventina di decreti cautelari di accoglimento di appelli cautelari, promossi dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti, avverso le ordinanze di rigetto del TAR del Lazio.

In particolare, si tratta di ricorsi individuali, in relazione ai quale il Giudice di appello ha valutato meritevole di accoglimento la censura relativa alla mancata redistribuzione dei posti riservati al contingente degli studenti extracomunitari, rimasti non occupati e, quindi, liberi. 

Tali provvedimenti, già esecutivi, dovranno, i primi di aprile p.v., essere oggetto di conferma nell'udienza dinanzi al Collegio. 

Cliccando sul seguente link Decreto Cautelare, sarà possibile visionare uno dei citati provvedimenti.

Archivio news

 

Categorie

News dello studio

ott8

08/10/2020

Bufera sul concorso Specializzazioni Mediche 2020: il MIUR non pubblica la graduatoria e ammette la presenza di domande sbagliate

Bufera sul concorso Specializzazioni Mediche 2020: il MIUR non pubblica la graduatoria e ammette la presenza di domande sbagliate

in Specializzazioni Mediche

Nelle ultime ore sono emerse gravissime criticità in merito alla regolarità del Concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione medica 2020 (Concorso SSM 2020), svoltosi lo

ott1

01/10/2020

Ammissione Medicina 2020: news e info per il ricorso al test

Ammissione Medicina 2020: news e info per il ricorso al test

in Ricorsi Medicina

Il 29 settembre scorso sono state pubblicate le graduatorie relative al concorso per l’accesso a medicina ed odontoiatria. L’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti – in una recentissima

set26

26/09/2020

Immatricolazioni al secondo anno di Medicina senza test: sì della giustizia amministrativa

in Informazioni

Si sta sempre più consolidando l’orientamento della giurisprudenza amministrativa riguardo le iscrizioni al secondo anno di medicina (ma anche di odontoiatria dei corsi di laurea delle professioni