Primi accoglimenti del Consiglio di Stato sui ricorsi del Concorso SSM 2020 patrocinati dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti

Primi accoglimenti del Consiglio di Stato sui ricorsi del Concorso SSM 2020 patrocinati dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti

24 marzo 2021

Sono di questi giorni i primi provvedimenti di accoglimento del Consiglio di Stato su appelli cautelari promossi dallo Studio dell’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti, relativi al Concorso SSM 2020.

In particolare, dopo il rigetto del T.A.R. del Lazio, la Sezione VI del Consiglio di Stato, con plurimi pronunciamenti, ha recepito integralmente le istanze formulate dall’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti, il quale aveva documentato – giusti atti ufficiali delle Università – la sussistenza centinaia di borse non assegnate e/o perse, anche “non intonse” (vale a dire parzialmente fruite e poi abbandonate).

Negli ultimi provvedimenti è stata accolta l’istanza cautelare di iscrizione alla scuola di specializzazione sulla base della seguente motivazione ai fini della redistribuzione sia delle cd. borse “non intonse”, parzialmente utilizzate da specializzandi poi trasferitisi ad altra sede o ad altro settore, per scorrimento della graduatoria unica nazionale e previa verifica delle posizioni dei candidati, sia della rideterminazione degli ulteriori posti resisi disponibili, anche per effetto della L. 30/12/2020, n. 178, art. 1, commi 421-2”.

L’Avv. Pellegrini Quarantotti accoglie con soddisfazione tali provvedimenti, rilevando che “il Consiglio di Stato, ancora una volta ha accolto le tesi portate avanti dal mio Studio, riconoscendo, da un lato la necessità di assegnare tutte le borse vacanti, che (ad oggi, secondo la documentazione acquisita dallo Studio Legale) risultano essere pari a n. 513 contratti (tale dato risulta essere, peraltro, assolutamente parziale, avendo fornito riscontro solo una parte delle Università); dall’altro, la necessità di aumentare il numero di contratti, rideterminandolo, anche per effetto della ultima Legge di Bilancio (L. 30/12/2020, n. 178, art. 1, commi 421-2), con adeguamento al maggiore fabbisogno di medici specializzandi (dimostrato dallo Studio in circa 2.800 borse)”.

Vuoi ricevere informazioni sulla possibilità di procedere con il ricorso o la fattibilità di ulteriori azioni relativamente al tuo caso specifico? Compila il form cliccando qui.

Archivio news

 

Categorie

News dello studio

mar24

24/03/2021

Primi accoglimenti del Consiglio di Stato sui ricorsi del Concorso SSM 2020 patrocinati dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti

Primi accoglimenti del Consiglio di Stato sui ricorsi del Concorso SSM 2020 patrocinati dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti

in Ricorsi Accolti

Sono di questi giorni i primi provvedimenti di accoglimento del Consiglio di Stato su appelli cautelari promossi dallo Studio dell’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti, relativi al Concorso SSM

feb22

22/02/2021

Concorso SSM: Il Consiglio di Stato dispone l’immatricolazione in via diretta alla scuola di specializzazione di diversi ricorrenti dello studio legale Pellegrini Quarantotti.

Concorso SSM: Il Consiglio di Stato dispone l’immatricolazione in via diretta alla scuola di specializzazione di diversi ricorrenti dello studio legale Pellegrini Quarantotti.

in Ricorsi Accolti

Il Consiglio di Stato, Sezione VI, con plurime ordinanze dell’11 febbraio 2021 (ex multis, n. 631/2021), ha accolto diversi ricorsi dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti disponendo l’immatricolazione

feb9

09/02/2021

Concorso SSM: Consiglio di Stato accoglie ricorso dello studio Pellegrini Quarantotti e censura il mancato rispetto dell’accordo Stato Regioni sul fabbisogno di medici specialisti

Concorso SSM: Consiglio di Stato accoglie ricorso dello studio Pellegrini Quarantotti e censura il mancato rispetto dell’accordo Stato Regioni sul fabbisogno di medici specialisti

in Ricorsi Accolti

Con una recente pregevole sentenza di merito, il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso – patrocinato dall’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti – di un medico che aveva partecipato