Bufera sul concorso Specializzazioni Mediche 2020: il MIUR non pubblica la graduatoria e ammette la presenza di domande sbagliate

Bufera sul concorso Specializzazioni Mediche 2020: il MIUR non pubblica la graduatoria e ammette la presenza di domande sbagliate

08 ottobre 2020

Nelle ultime ore sono emerse gravissime criticità in merito alla regolarità del Concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione medica 2020 (Concorso SSM 2020), svoltosi lo scorso 22 settembre. Ne ha parlato anche il quotidiano Libero con un intervento dell'Avvocato Cristiano Pellegrini Quarantotti, amministrativista esperto in materia di ricorsi nei Concorsi Pubblici, il quale aveva già preannunciato la mole di ricorsi per il Concorso in un articolo uscito il 30 settembre su AdnKronos.

La mancata pubblicazione della graduatoria il 5 ottobre 2020

La graduatoria nazionale doveva essere pubblicata il giorno 5 ottobre, ma il M.I.U.R. in una nota apparsa sul proprio sito internet ha comunicato lo stop alla pubblicazione, in ragione dei numerosi ricorsi intrapresi dai candidati che non avevano visto la valutazione dei propri titoli (in quanto appartenenti alle categorie individuate dall’art. 7, comma 2, lettera c) del bando di concorso).

In particolare, tale norma del bando prevede che “in applicazione dell’art. 19, comma 5, del decreto legge 16 luglio 2020, n. 76, i punteggi di cui al presente comma 2 non possono essere attribuiti ai candidati che alla data di presentazione della domanda si trovino in una delle seguenti condizioni: - già in possesso di un diploma di scuola di specializzazione universitaria di area sanitaria; - già in possesso di diploma di formazione specifica per medico di medicina generale; - già titolari di un contratto di formazione medica; - dipendente medico chirurgo di strutture del Servizio sanitario nazionale o di strutture private con esso accreditate”.

Il M.I.U.R. ha precisato che "Pertanto, dovendo dare esecuzione ai provvedimenti cautelari che sono pervenuti, e che continuano a pervenire nelle ultime ore presso il Ministero - sentita anche l'Avvocatura dello Stato - si dispone un rinvio della data di pubblicazione della graduatoria prevista in data odierna lunedì 5 ottobre, in considerazione della necessità di procedere alla corretta formazione della graduatoria nel rispetto del dictum cautelare dell’autorità giudiziaria".

E’ evidente che, a questo punto, ove il M.I.U.R. dovesse fare marcia indietro rispetto al bando e – in contrasto con esso – dovesse assegnare il punteggio dei titoli alle categorie di candidati anzidette, gli altri candidati che si dovessero vedere scavalcati in graduatoria potrebbero presentare – a loro volta – ricorso.

Il tutto lascia presagire una rilevante mole di ricorsi.

RICHIEDI INFO SUL RICORSO 2020

Le domande sbagliate del concorso SSM 2020.

Ulteriore elemento di criticità è relativo a quanto ammesso dal M.I.U.R., il giorno 7 ottobre, in merito alla erroneità di alcuni quesiti della prova di concorso, tenutasi il 22 settembre scorso.

Il Ministero, a seguito delle molteplici segnalazioni pervenute, ha dovuto ammettere che alcuni quesiti del Concorso SSM 2020 erano mal formulati e, quindi, errati.

In particolare, nella pagina dell’Area Riservata di Universitaly di ogni candidato, il M.I.U.R. ha comunicato che “La Commissione nazionale ha riconosciuto fondate le segnalazioni pervenute sulla Domanda #128 del Testo Master (Prova Concorso SSM 2019/2020), rilevando che la risposta da essa indicata come corretta fosse in realtà la risposta "E: Nessuna delle altre risposte è corretta"”. Inoltre, “La Commissione nazionale ha riconosciuto fondate le segnalazioni pervenute sulla Domanda #87 del Testo Master (Prova Concorso SSM 2019/2020), rilevando che la proposizione tramite strumento informatico della illustrazione corredata alla domanda non rendeva agevole osservare in modo inequivoco la presenza o meno di eventuali lesioni”.

Ebbene, è evidente come tali decisioni adottate dal M.I.U.R. vanno a penalizzare tutti coloro che avevano risposto correttamente ad entrambi i quesiti (secondo l’iniziale previsione ministeriale). Tali candidati, infatti, in mancanza di una specifica impugnativa di tale comunicazione ministeriale, potrebbero rischiare di perdere posizioni preziose in graduatoria, con conseguente perdita di chances di ottenere la scuola di specializzazione ambita.

Come fare ricorso al Concorso SSM 2020

Anche in ragione delle anzidette gravi criticità, sono molti i candidati del Concorso SSM 2020 che stanno contattando lo Studio Legale Pellegrini Quarantotti per procedere con il ricorso.

A tali aspiranti specializzandi lo Studio sta fornendo una consulenza informativa sulle varie opzioni di ricorso e sulle specifiche motivazioni dello stesso, da proporsi (consiglia l’Avv. Pellegrini Quarantotti) in forma individuale, al fine di evitare rischi di improcedibilità per possibili posizioni conflittuali tra i ricorrenti (più facilmente riscontrabili in azioni collettive e/o di massa).

Per richiedere maggiori informazioni sulla possibilità di procedere con un ricorso avverso il mancato accesso alla Scuola di Specializzazione è possibile cliccare sul pulsante e compilare l’apposito form. Lo Studio provvederà a ricontattarLa entro 48 ore.

RICHIEDI INFO SUL RICORSO 2020

Archivio news

 

Categorie

News dello studio

ott8

08/10/2020

Bufera sul concorso Specializzazioni Mediche 2020: il MIUR non pubblica la graduatoria e ammette la presenza di domande sbagliate

Bufera sul concorso Specializzazioni Mediche 2020: il MIUR non pubblica la graduatoria e ammette la presenza di domande sbagliate

in Specializzazioni Mediche

Nelle ultime ore sono emerse gravissime criticità in merito alla regolarità del Concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione medica 2020 (Concorso SSM 2020), svoltosi lo

ott1

01/10/2020

Ammissione Medicina 2020: news e info per il ricorso al test

Ammissione Medicina 2020: news e info per il ricorso al test

in Ricorsi Medicina

Il 29 settembre scorso sono state pubblicate le graduatorie relative al concorso per l’accesso a medicina ed odontoiatria. L’Avv. Cristiano Pellegrini Quarantotti – in una recentissima

set26

26/09/2020

Immatricolazioni al secondo anno di Medicina senza test: sì della giustizia amministrativa

in Informazioni

Si sta sempre più consolidando l’orientamento della giurisprudenza amministrativa riguardo le iscrizioni al secondo anno di medicina (ma anche di odontoiatria dei corsi di laurea delle professioni