Concorso Ripam – MiBACT

Concorso Ripam – MiBACT per l’assunzione di 500 funzionari dei bei culturali.

Informativa circa la proponibilità di un ricorso giurisdizionale avverso le graduatorie relative all’esito delle prove scritte ed all’elenco dei candidati idonei a sostenere le prove orali.

 

All’esito dello svolgimento delle prove scritte relative ai diversi profili professionali interessati dal Concorso (Architetti, Antropologi, Archeologi, Archivisti, Bibliotecari, Comunicazione e Promozione, Demoetnoantropologi e Storici dell’arte) e delle pubblicazioni delle prime graduatorie dei candidati ammessi alle prove orali, sono emerse diverse criticità in ordine alle concrete modalità di svolgimento di tali prove e della procedura di correzione seguita dalle Commissioni giudicatrici.

In particolare, secondo quanto riferitoci da numerosi candidati, è stata adottata una procedura del tutto illegittima per l’abbinamento degli elaborati del primo e del secondo giorno di prove, mediante l’affissione sulle buste contenenti gli elaborati, di un codice personale riferibile all’autore della prova.

In tale maniera, data la potenziale riconoscibilità dell’autore della prova in sede di correzione, si è compiuta una grave violazione della regola dell’anonimato degli elaborati, espressamente prescritta dall’art. 7 dei vari bandi del Concorso (“Le prove scritte sono corrette in forma anonima”) ed al cui rispetto devono necessariamente ispirarsi tutte le procedure concorsuali.

Pertanto, alla luce dei suesposti profili di criticità, lo Studio Legale sta approntando una strategia difensiva, consistente nella proposizione di un ricorso dinanzi la giustizia amministrativa avverso le suddette graduatorie, finalizzato all’ammissione alla prova orale dei soggetti non menzionati in tali elenchi.

Si precisa che al fine di tutelare al meglio le singole esigenze di ogni candidato (e di scongiurare eventuali pronunce di inammissibilità da parte del Giudice amministrativo, sempre più frequenti per ciò che concerne i c.d. ricorsi collettivi), potranno essere predisposti esclusivamente ricorsi individuali, il cui costo dovrà essere concordato con lo Studio in seguito all’istruttoria preliminare della posizione interessata.

Per eventuali ulteriori informazioni è possibile inviare una email ai seguenti recapiti: segreteria@studiolegalepellegriniquarantotti.it - c.pellegriniquarantotti@studiolegalempf.it  

 

Categorie

News dello studio

mar16

16/03/2020

Ricorsi SSM 2019. Primi Accoglimenti del Consiglio di Stato sui Ricorsi dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti in periodo di emergenza sanitaria

Ricorsi SSM 2019. Primi Accoglimenti del Consiglio di Stato sui Ricorsi dello Studio Legale Pellegrini Quarantotti in periodo di emergenza sanitaria

in Ricorsi Accolti

Anche per la tornata concorsuale 2019 (come per gli anni scorsi), lo Studio Legale Pellegrini Quarantotti si conferma il primo Studio in Italia ad ottenere il diritto alla immatricolazione alla scuola

mar11

11/03/2020

Emergenza Coronavirus

in Informazioni

Si avvisa che lo Studio Legale Pellegrini Quarantotti, durante l'attuale periodo di emergenza sanitaria da COVID-19, garantirà la piena operatività professionale e la continuità

nov6

06/11/2019

Profili di illegittimità nelle procedure della Sessione Straordinaria per l’assegnazione posti concorso SSM 2019

in Specializzazioni Mediche

Come è noto, in relazione al concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione medica, da quest’anno (Concorso SSM 2019), è stata prevista una c.d. sessione straordinaria