Concorso specializzazioni mediche 2017. Le problematiche.

30 novembre 2017

Le nuove modalità di svolgimento del Concorso per l’accesso alle Scuole di Specializzazione Medica, così come strutturato dal Regolamento di cui al Decreto del M.I.U.R. del 10 agosto 2017, n. 130, presentano diversi profili di criticità sollevati anche dal Consiglio di Stato, con pareri resi noti in sede Consultiva.

Il Consiglio di Stato ha, soprattutto, sollevato gravi perplessità sia sul fatto di espletare una prova di carattere generale e non per tipologia di Scuola, sia sul sistema di funzionamento della graduatoria laddove viene posticipata la scelta della tipologia di Scuola solo dopo la pubblicazione di questa.

Segnala il C.d.S. che la norma legislativa di riferimento (art. 36, comma 1, d.lg. n. 368 del 1999), di attuazione della normativa comunitaria, continua a far riferimento a prove di ammissione “per ogni singola tipologia”, seppur “con contenuti definiti a livello nazionale”.

Il nuovo Regolamento, il Bando conseguente e, quindi, il Concorso 2017 non sarebbero in linea con il D.Lgs. n. 368/1999.

Tant’è che ha evidenziato “la necessità di prevedere adeguati criteri e meccanismi di monitoraggio atti a consentire la verifica del funzionamento del nuovo sistema e del grado di raggiungimento degli obiettivi dello stesso”.

Lo Studio Legale Pellegrini Quarantotti, oltre alle situazioni di carattere generale sopra evidenziate, sta valutando le diverse segnalazioni di presunte irregolarità all’esito della prova del 28 novembre scorso.

Una delle maggiori problematiche rilevata dai candidati è stata la disposizione delle postazioni di espletamento della prova, in quanto, in molte sedi, i computer dei candidati erano disposti in modo troppo ravvicinato, senza alcun separatore tra una postazione e l'altra, nonché in aule “a gradoni”, con la conseguenza che – contrariamente alle previsioni del bando – era possibile visionare la prova di altro candidato.

Altresì, non poche criticità presenta il sistema di funzionamento della graduatoria di quest’anno (unica per tutte le Scuole e con scelta della tipologia, da parte del candidato, solo all’esito della pubblicazione della graduatoria medesima).

Occorrerà prestare attenzione anche alla corretta valutazione dei titoli e il rischio di permanenza di posti vacanti, oggetto, in passato, di provvedimenti favorevoli della Giustizia Amministrativa su ricorsi patrocinati dallo Studio Legale Pellegrini Quarantotti, con ammissione alla scuola di specializzazione prescelta.

Per richiedere maggiori informazioni è possibile inviare una email, con i propri recapiti, a segreteria@studiolegalepellegriniquarantotti.it 

Archivio news

 

Categorie

News dello studio

ott5

05/10/2018

Concorso Specializzazioni Medicina 2017: ricorsi accolti, Ministero condannato a risarcire i danni per ritardata immatricolazione

Concorso Specializzazioni Medicina 2017: ricorsi accolti, Ministero condannato a risarcire i danni per ritardata immatricolazione

in Specializzazioni Mediche

Sui ricorsi SSM 2017 accolti, il Ministero è stato anche condannato a risarcire i danni per ritardata immatricolazione. La vicenda riguarda i ricorsi accolti dal Giudice Amministrativo per il

set4

04/09/2018

Ricorsi test facoltà numero chiuso 2018: anche quest'anno ci sono criticità

Ricorsi test facoltà numero chiuso 2018: anche quest'anno ci sono criticità

in Test Numero Chiuso

Il 4 settembre si sono svolti i testi di accesso per i corsi di laurea in medicina e chirurgia ed odontoiatria e protesi dentaria. Anche per l’anno accademico 2018/2019, sussistono i medesimi

ago28

28/08/2018

Ricorso Concorso Specializzazioni Mediche 2018

Ricorso Concorso Specializzazioni Mediche 2018

in Specializzazioni Mediche

Lo Studio Legale Pellegrini Quarantotti si sta occupando di presentare ricorsi per il concorso per l’accesso alle Scuole di Specializzazione in Medicina 2018 (Concorso SSM 2018), in ragione delle